6 Tecniche di Biohacking

Le Tecniche di Biohacking (-> Se non conosci il Biohacking Clicca qui) sono moltissime e comprendono una miriade di campi.

Lo scopo del Biohacking infatti è quello di ottimizzare e migliorare diversi parametri della nostra vita, in modo tale da diventare la versione migliore di noi stessi.

Biohacking non significa sempre iniettarsi cellule staminali o provare farmaci dal costo esorbitante. Esistono tanti piccoli hack low cost, che possono comunque impattare la tua vita in maniera positiva.

L’arte del Biohacking serve a ottimizzare ogni aspetto della propria vita, indipendentemente dal budget. Quindi se abbiamo a portata di mano oggetti, alimenti, integratori o semplicemente del tempo a disposizione, allora utilizziamoli per massimizzare i nostri risultati.

Quindi non dobbiamo sperimentare cose impossibili.

Allora vediamo 6 Tecniche di Biohacking low cost da provare subito:

  1. Metti su muscoli con il bicarbonato di sodio.

  2. HIIT (High Intensity Interval Training)

  3. Fatti un bagno freddo

  4. Cocktail bilancia glicemia

  5. Cannella per migliorare la memoria

  6. Cura Hangover post sbronza

  7. Libri Biohacking

tecniche biohacking
Guida al Biohacking di Dave Asprey

1) Metti su muscoli con il Bicarbonato di Sodio.

Prima cosa, sconsigliamo vivamente di utilizzare questo hacks a chiunque soffra di variazioni di pH del sangue.

Inoltre nel caso in cui, in seguito a questo Biohacks, ti ritrovassi con il fiato corto, significa che hai assunto troppo bicarbonato.

Non assumere una grande dose dopo grandi pasti.

Prendere Bicarbonato di Sodio è un ottimo modo per approcciare il Biohacking: con un costo irrisorio, potete migliorate le performance fisiche: dal sollevamento pesi all’endurance.

Quindi sì, il bicarbonato che avete in casa può essere un ottimo integratore, tanto che ha dimostrato di lavorare in maniera sinergica con la creatina, aumentando energia e resa durante allenamento. Il bicarbonato previene lo stress ossidativo post allenamento, velocizzando così i tempi di recupero. Nei diversi studi visti la grammatura di bicarbonato era di circa 1 grammo ogni 7 kg. Quindi per una persona di 70 kg la dose giornaliera era di 10 grammi, che potrebbe essere divisa in questo modo:

  • 8:00 appena alzati 2,5 g.
  • 12:00 un’ora prima di pranzo 2,5 g.
  • 16:00 pre workout 2,5 g.
  • 19:00 post workout 2,5 g.

Il bicarbonato si scioglie molto velocemente in acqua. Utilizza il bicarbonato nei giorni in cui ti alleni. Per andare sul sicuro inizia con mezzo cucchiaino prima di allenarti e nient’altro. Se non noti effetti negativi dopo uno o due giorni di allenamento, passa pure a due dosi giornaliere.

Se non noti effetti negativi, passa a tre, e cosi via fino ai 10 grammi giornalieri. Ad ogni modo non prolungare per troppo tempo questo hacks e soprattutto non abusarne se non ne hai bisogno.

In poche parole se ti alleni occasionalmente assumi 2,5 g pre e post workout senza ulteriori dosi. Se sei un atleta che ha bisogno di recuperare velocemente e si allena fino a 4 volte a settimana, allora arriva fino a 1 grammo ogni 7 kg, ma non prolungare oltre un mese questo biohacks.

2) HIIT (High Intensity Interval Training)

Se volete avere risultati efficaci in poco tempo allora provate HIIT. Generalmente questo tipo di allenamento va fatto alla massima intensità, e dura dai 15 ai 20 min. al massimo, quindi non hai scuse del tipo “Non ho abbastanza tempo”. Magari prima di allenarti prova ad assumere 2, 5 grammi di bicarbonato di soda ed una volta finito altri 2,5 grammi dopo la doccia. Un esempio di HIIT lo trovi qui sotto.

  1. Burpees – 1 min.
  2. Riposo – 30 sec.
  3. Corsa sprint – 1 min.
  4. Riposo – 30 sec.
  5. Mountain climbers -1 min.
  6. Rest – 30 sec.
  7. Repeat

Una volta finito inizia nuovamente da capo, oppure inserisci altri esercizi e prosegui. Ricorda 1 min. di esercizi intensi e 30 sec. di pausa. Per iniziare vanno bene anche 2 giri, se arrivi a 5 allora vai alla grande.

3) Fatti un bagno freddo

Questo è uno tra le Tecniche di Biohacking più diffusa.

La crioterapia ormai sta diventando famosissima, sia perchè la utilizzano diverse celebrità dello sport, sia perchè è particolarmente efficace per recuperare al meglio la forma fisica.
Oltretutto il freddo aiuta il tuo corpo a far bruciare grasso extra, sotto forma di calore. La cosa migliore è rimanere per 3 min. in una camera criogenica, ma un buon bagno (o doccia) freddo è un ottima soluzione low cost, ed è efficace allo stesso modo. Il freddo rinforza il sistema immunitario, riduce le infiammazioni e aiuta a bruciare grasso, l’unico aspetto negativo è il freddo stesso.

Bisogna avere tempo e pazienza per abituarsi a questa sensazione di scomfort. Quindi mai partire stando 3 minuti sotto l’acqua fredda, bensì bisogna procedere in maniera graduale. Magari alla fine di una doccia calda rimanete 10 sec. sotto l’acqua fredda ed aumentate le tempistiche una volta che aveteo raggiunto un buon grado di sopportazione.

Quello di Wim Hof non è un vero e proprio Libro di Biohacking , ma vi aiuterà ad apprendere la Forza del Freddo e alcune tecnche di Respirazione.

La Forza nel Freddo

Autori: Wim Hof.

4) Biohacking per bilanciare la glicemia

Bevi questo cocktail poco prima di un pasto particolarmente abbondante di carboidrati, in modo tale da non avere sbalzi glicemici.

  • 100-300 mg acido alfa lipoico 
  • 50-100 mg cromo
  • 500-1000 mg berberina
  • 2000400 mg estratto di the verde
  • 50 mg resveratrolo
  • 100 mg magnesio malato

5) Biohacking per migliorare la memoria

Consumare Cannella quotidianamente migliora le funzioni cognitive, tra cui la memoria. Questa spezia aumenta la plasticità neuronale e rallenta il deterioramento cognitivo, combattendo lo stress ossidativo. Generalmente viene lasciato infondere una punta di cucchiaino di cannella in una french press, insieme a del caffè. In questo modo otterrete un caffè all’aroma di cannella, ottimo al palato e per la mente.

Oppure prova i Nootropi, ovvero sostanze capaci di migliorare le prestazioni cognitive (-> Clicca qui per sapere cosa sono)

6) Cura gli Hangover post sbronza

Questo cocktail è ottimo per recuperare da una post sbronza. Mixate questi ingredienti.

  • 3 dl acqua di cocco
  • 1 avocado
  • Succo di metà limone
  • 300 mg ginseng rosso
  • 2-3 cm radice di ginger
  • 2 tuorlo uovo
  • 1 cucchiaino di clorella
  • Sale marino per insaporire

Frulla tutto e bevi.

Libri Biohacking

Tecniche di Biohacking – Libri Fabio Piccini
“Tecniche di Biohacking: come ottimizzare il metabolismo per incrementare salute e longevità” è un libro auto-pubblicato nel 2019 da Fabio Piccini.

Se volete scoprire di più cliccate QUI: Tecniche di Biohacking

Acquista su Amazon

Titolo: Tecniche di Biohacking: come ottimizzare il metabolismo per incrementare salute e longevità

Autore: Fabio Piccini

Data pubblicazione: 2019

Consigliato per chiunque voglia riprendersi in mano la propria vita, migliorando le proprie performance e soprattutto la salute, fisica e mentale.