• Categoria dell'articolo:Biohacking

Intervista a Massimiliano Di Landro

Oggi Intervistiamo Massimiliano Di Landro, un ragazzo che è molto entusiasta di aver scoperto il mondo del Biohacking in Italia. (-> Nono conosci il Biohacking? Clicca QUI)

Vediamo come ha scoperto questo mondo e vediamo cos’ha da dirci.

Se volete più informazioni su Massimiliano Di Landro, ecco il Link al suo Profilo Instagram  (-> Scopri il profilo Instagram: massimilianodilandro)

massimiliano di landro

Vai Massimiliano Presentati

Il mio nome è Massimiliano Di Landro, ho 29 anni, abito in provincia di Como ed oggi parliamo di BIOHACKING!

Questa materia oscura… ti racconto un po’ di me.

Già alle medie avevo una forte propensione per le materie scientifiche e quindi alle superiori mi sono diplomato in Chimica Industriale.

Durante le superiori ho avuto il piacere di partecipare ad uno stage al IFOM-IEO di Milano (Istituto Europeo di Oncologia, ho dovuto superare un esame selettivo per essere tra i 20 fortunati), dove ho iniziato a conoscere la Biologia e dove ho preso consapevolezza che fosse la strada che volevo seguire.

Mi sono quindi laureato in Biologia e successivamente ho frequentato la magistrale in Biologia Molecolare.

Nella vita mi occupo di Community Based Marketing (ho un’esperienza nel settore di 7 anni) nel settore del Biohacking.

Come hai scoperto il Biohacking in Italia ?

La prima esperienza che ho avuto con il Biohacking (non sapevo si chiamasse così all’epoca) è stata quando scoprii il buon Wim Hof e le sue Breathing Sessions qualche anno fa. Mi sono sentito subito benissimo, energico, e l’esperienza che avevo vissuto mi ha portato un interesse incredibile.

Da buon biologo quale sono, quindi, mi sono documentato, ho fatto ricerche, ed ho scoperto un mondo incredibile sul potenziamento personale.

Cos’è il Biohacking per te?

Alla fin della fiera, il Biohacking è un insieme di tecniche più o meno complesse (o biotecnologie vere e proprie) che sono atte a modificare la composizione biochimica del nostro organismo.

Così facendo, si possono ottenere molteplici benefici, sia visibili (pelle migliorata, ad esempio), sia invisibili (molte tecniche e strumenti di Biohacking lavorano sulla nostra epigenetica, ossia il modo in cui il DNA è superavvolto nelle nostre cellule).

Tantissime attività che noi compiamo nella nostra vita hanno un’influenza sulla biochimica del nostro corpo. Le tecniche di Biohacking semplicemente portano il
nostro organismo nello stato migliore che possiamo mai aver provato.

Tecniche di Biohacking che utilizzi più spesso

Ad oggi, le tecniche o strumenti di Biohacking che più utilizzo sono:
 
  • Breathing Sessions (le buone e vecchie abitudini non si dimenticano)

 

  • Chetoni Esogeni (portano il tuo corpo in uno stato di chetosi effettivo senza dover seguire una dieta, con benefici assurdi per il nostro corpo e cervello, abbiamo una Community con oltre 20.000 persone che ne parlano)
  • Meditazione

 

 

  • Elettroliti potenziati (l’idratazione del nostro corpo non è da sottovalutare, bere acqua non basta)

 

  • Sessioni di sole (per fissare un’ottima quantità di Vitamina D)
 
La maggior parte di esse sono azioni che ognuno di noi può fare tranquilamente durante le proprie giornate, come le respirazioni e prendere il sole; altre pretendono l’utilizzo di biotecnologie esterne, come i chetoni esogeni (che posso anche essere abbinati ad una dieta chetogenica senza avere la classica keto-flu e potenziando l’effetto della chetogenica stessa) o gli elettroliti potenziati (la biotecnologia che sto attualmente usando, tra l’altro, promuove anche la biogenesi e l’efficienza dei mitocondri).

Quale ramo del Biohacking ti piace di più?

Come puoi ben notare, lettore, non ti ho parlato di perdita peso, come spesso senti dire, perchè non è ciò per cui mi piace il Biohacking e quindi non ne sono specializzato.


Adoro ed ho studiato invece l’energia, la lucidità mentale, la concentrazione e la vitalità che sto vivendo nel mio corpo grazie alle tecniche di Biohacking e soprattutto alle biotecnologie di supporto come i chetoni e gli elettroliti (questi provocano un hackeraggio supremo al tuo organismo… gli effetti sono incredibili).

Il Futuro del Biohacking

Il Biohacking, per quanto possa sembrare una moda passeggera, non lo è, ed ora ti spiego il perchè.


Le persone sono e saranno sempre più interessate da come possano estrarre il massimo potenziale da sè stessi (se, per esempio, parliamo di atleti o di risultati sul lavoro), ma, soprattutto, si è capita l’importanza di avere un corpo perfettamente in salute e (se possibile) più forte.


Questo è ciò che il Biohacking può fare e soprattutto ciò che è posto faccia, potenziare il nostro organismo a livelli potenziali mai raggiunti.

Spero vivamente tu prenda in vera considerazione l’idea di iniziare veramente un percorso di Biohacking, sia con biotecnologie che senza, perchè, se non lo stai facendo, ti stai precludendo la possibilità di esprimere tutta la potenza che c’è in te.

UNLEASH THE POWER WITHIN YOU.